Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
Date(s) - 06/12/2017 - 10/12/2017
18:30 - 14:00

Luogo
Centro d'Ompio

Categorie


Ritiro con Shakti Caterina Maggi

6 – 10 Dicembre 2017
Centro d’Ompio – Pettenasco (NO)

PROGRAMMA COMPLETO
Immersi nel cerchio naturale del Centro d’Ompio, nell’atmosfera del Lago d’Orta, cinque giornate insieme per condividere la profondità del Sé attraverso satsang, musica, danza e Silenzio.

Mercoledì 6
ore 18.30 arrivo e check-in
ore 19.30 cena
ore 21.00 satsang con Shakti Caterina Maggi
Giovedì 7
ore 9.00 colazione
ore 10.30 musica e silenzio con Anando
ore 11.00 satsang con Shakti Caterina Maggi
ore 13.00 pranzo
ore 15.30 esercizi di percezione
ore 17.30 danza bendata
ore 19.30 cena
ore 21.00 satsang con Shakti Caterina Maggi
Venerdì 8
ore 9.00 colazione
ore 10.30 musica e silenzio con Anando
ore 11.00 satsang con Shakti Caterina Maggi
ore 13.00 pranzo
ore 15.30 Esercizi di percezione
ore 17.30 danza bendata
ore 19.30 cena
ore 21.00 satsang con Shakti Caterina Maggi
Sabato 9
ore 9.00 colazione

ore 10.30 musica e silenzio con Anando
ore 11.00 satsang con Shakti Caterina Maggi
ore 13.00 pranzo
ore 15.30 Laboratorio di canto con Anando
ore 17.30 danza bendata
ore 19.30 cena
ore 21.00 satsang con Shakti Caterina Maggi​
Domenica 10
ore 9.00 colazione
ore 10.30 musica e silenzio
ore 11.00 condivisioni e satsang con Shakti Caterina Maggi
ore 13.00 pranzo
Alimentazione prettamente vagana/vegetariana – segnalare eventuali allergie alimentari al momento della prenotazione.

COSTI

Ritiro
Il ritiro con Shakti Caterina Maggi è a offerta libera.
Nessuno è allontanato per mancanza di fondi.

Vitto e alloggio
I costi per vitto e alloggio, intesi per persona in pensione completa variano dai 40€ ai 75€ a seconda della sistemazione.


PER PRENOTARE

È necessario comunicare la propria partecipazione scrivendo una mail a info@shakticaterinamaggi.com che vi indirizzerà alla prenotazione di vitto e alloggio.

L’organizzazione di passaggi e condivisione di viaggi può essere effettuata segnalandone la necessìtà e tenendovi aggiornati sulla bacheca facebook dell’evento.

___________________________________________________________
 
AVVERTENZA:
Tutti gli incontri, ritiri e seminari, sono offerti allo scopo di una ricerca interiore e non considerano, non trattano e non si pongono come obiettivo la risoluzione di patologie e sintomi che sono di stretta pertinenza medico/sanitaria né per fornire guarigione o trattamento di qualsiasi condizione fisica o psicologica della persona. I seminari trattano dei fondamenti filosofici dell’io e della realtà e pertanto potrebbero non essere indicati per coloro che hanno fatto in passato o stanno facendo un percorso di tipo psichiatrico.

 

IL MESSAGGIO

La Vita stessa è una chiamata verso il Sè, così che il nostro quotidiano diviene la via verso la liberazione. Sebbene la manifestazione sia solo illusione essa è anche una opportunità di risveglio, un invito a riscoprire il Sè al centro della propria umanità. In questo senso superare la paura e l’illusione è svegliarsi alla straordinaria bellezza del momento per essere una vera incarnazione della Coscienza stessa in forma umana.
La Vita stessa ti invita ad attraversare tutte quelle paure che sembrano ingabbiarti nella taglia di un corpo umano e nella durata di una vita. Nella percezione conscia a partire dall’Immobilità del tuo Essere di queste contrazioni quella stessa energia chiamata paura si rivela come la tua stessa gioia ora libera di irradiarsi attraverso la forma.
Al centro della contrazione egoica c’è solo puro Vuoto, qualcosa che è erroneamente concepito come fragile e vulnerabile, ma che è in realtà Apertura stessa, solo apparentemente coperta dall’illusione di essere un qualcuno.

A partire da questa percezione diretta, la Vita appare come una incarnazione dell’Assoluto, e una opportunità preziosa di fare esperienza di Sè in modo conscio, come Creatore che fa esperienza di Sè attraverso la sua stessa creatura.

Shakti condivide un messaggio di non separazione tra gli esseri viventi dal 2003 con seminari, incontri, ritiri e pubblicazioni. Il suo approccio sebbene in linea con l’antica tradizione della non dualità ( Advaita, non due), ha una portata del tutto contemporanea invitando ognuno a vivere la sua vita quotidiana a partire da riconoscimento di quello che siamo, incarnando la nostra comprensione e irradiandola nella nostra esistenza.